Coronavirus a Wuhan - 1BiTv.com

Coronavirus a Wuhan

"Preferiremmo morire a casa piuttosto che in quarantena."


Coronavirus a Wuhan


Wenjun Wang è residente a Wuhan, una città cinese all'epicentro dell'epidemia di coronavirus 2019-nCoV.

La signora Wang, una casalinga di 33 anni, e la sua famiglia sono rimasti in città da quando è stato suggellato il 23 gennaio. Da allora, il virus ha infettato più di 20.000 persone in tutto il mondo, provocando almeno 427 morti.

In un'intervista di Wuhan, la signora Wang ha parlato della straziante lotta della sua famiglia per la sopravvivenza.

Dopo uno scoppio di coronavirus, mio zio è morto, mio padre era gravemente malato e mia madre e mia zia avevano alcuni sintomi. La tomografia computerizzata mostra che i loro polmoni sono infetti. Anche mio fratello tossisce e ha difficoltà a respirare.

Mio padre ha la febbre alta. Ieri aveva una temperatura di 39,3, tossisce costantemente e ha difficoltà a respirare. Gli abbiamo comprato un apparecchio per l'ossigeno per la casa e lo usa ventiquattro ore al giorno. Ora sta prendendo medicine cinesi e occidentali. Ma non abbiamo un ospedale in cui potrebbe andare, perché il suo caso non è stato confermato a causa della mancanza di kit di test.

Mia mamma e mia zia vanno in ospedale ogni giorno sperando di trovare un letto per mio padre, nonostante il loro stato di salute. Ma nessun ospedale li accetta. Nessuno ci aiuta.

Ci sono molti punti di quarantena a Wuhan per accogliere pazienti con sintomi minori o che sono ancora nel periodo di incubazione. Ma per le persone in condizioni critiche, come mio padre, non ci sono letti.

Mio zio è davvero morto in uno dei centri di quarantena, perché non ci sono dottori per le persone con sintomi gravi. Spero davvero che mio padre possa ricevere un trattamento adeguato, ma al momento nessuno è in contatto con noi e non ci aiuta.

Ho contattato diverse volte gli operatori della comunità, ma ho ottenuto la risposta: "Non hai alcuna possibilità di trovare un letto in ospedale". Inizialmente pensavamo che il punto di quarantena dove andavano mio padre e mio zio fosse un ospedale, ma si è rivelato essere un hotel.

Non c'erano infermiere, dottori, stufe. Sono andati lì nel pomeriggio e il personale ha servito loro una cena fredda quella sera. Mio zio era quindi molto malato, con gravi sintomi respiratori e ha iniziato a perdere conoscenza.

Nessun medico è venuto a curarlo. Lui e papà vivevano in stanze diverse e quando papà venne da lui alle 06:30 del mattino, era già morto.

"Preferiremmo morire a casa piuttosto che in quarantena."

Nuovi ospedali sono in costruzione per le persone che sono già in altri ospedali al momento. Saranno trasferiti a quelli nuovi. Ma per le persone come noi, non possiamo nemmeno trovare un letto ora, per non parlare del fatto di trovarlo in nuovi ospedali. Se seguiamo le istruzioni del governo, l'unico posto in cui possiamo andare ora sono i punti di quarantena. Ma se andiamo a questi punti, allora quello che è successo a mio zio accadrà a papà. Quindi è meglio che moriamo a casa.

Intorno ci sono molte famiglie come noi, e tutte affrontano le stesse difficoltà.

Gli ufficiali di quarantena hanno persino rifiutato il padre del mio amico perché aveva la febbre alta. Le risorse sono limitate, ma il numero di persone infette è enorme. Abbiamo paura e non sappiamo cosa accadrà dopo.

Voglio dire che se sapessi che avrebbero chiuso la città il 23 gennaio, eliminerei sicuramente tutta la mia famiglia, perché qui non c'è aiuto.


06.02.2020 07:58:49
(Traduzione automatica))






13.02.2020 10:34:45

Nuovi diritti dei passeggeri con bagaglio a mano

I diritti dei passeggeri degli scaffali superiore e inferiore per il posizionamento del bagaglio a mano devono essere equiparati.
13.02.2020 10:29:47

La Cina ha visto un forte aumento del numero di persone infette da coronavirus

Nelle ultime 24 ore, il numero di COVID-19 infetti da coronavirus è immediatamente aumentato di sette volte.
12.02.2020 13:43:24

Boeing non ha ricevuto nuovi ordini a gennaio per la prima volta in 60 anni

La maggior parte dei clienti delle compagnie aeree evita di effettuare nuovi ordini.
12.02.2020 13:36:03

Qualcuno dorme e ci sposiamo

Gli uffici del registro di Mosca ora lavorano di notte.


Advertisement

Advertisement

Themes cloud

ATM bambino oro fornitura di denaro Taxi timocracy valutazione volere digitalizzazione derivato lotteria turnover Festival eredità spedizione problema di soldi 3G Colore parto bambino moneta Socrate Bielorussia cibo credito aereo conversione Internet beni immobili cannuccia medico causa musica confisca transgender pianificazione bere frode Crimea marketing Tribunale la pena di morte trasporto merci trattato conto coccodrillo dizionario WTO un ristorante unità monetaria azione controllo filosofia bandire politica impegno fornitore mutuo S-300 QR-Code Nota farmaceutica ponte Ucraina oligarchia legge denominazione economia alcool canzone un giocattolo commercio conferenza Viber Stati Uniti d'America Roma Grecia scambio matrimonio personale Prodotto Israele offrire bimetallismo ordine Sottomarino omicidio Ho corso coraggio razzo i soldi Il codice di Giustiniano canale Bocharov Creek carico licenziamento consegna scarpe da calcio imposta farmaci montepremi memorandum avvocato elezioni vendita serpente Accompagnando Contrarre pensione venditore tort logistica I.V.A. trasporto aereo monopolista IFRS integrazione Hotel Neurotechnology avvelenamento giustizia Senza tasse il tablet Paralimpiadi Siria pagamento diabete proprietà intellettuale democrazia dipingere Lavoro premessa marchio liquidazione Russia furto tirannia moneta organizzazione beni non dichiarati teoria co-packing GLONASS posta legislazione schiavitù contrabbando Olimpiadi caffè giudice auto femmina normativa contraffazione volere finanza Cina riforma moneta d'oro standard Incidenti stradali CIS vivere Sochi cliente CCTV sistema monetario indagine monometallismo adozione architettura gatto rapporto 4G FIFA 2018 consultazione legge cinema moderazione proprio erede mordere legato Mela prove compromettenti soddisfare Gazpromneft gas successione rublo quasi-accordo test Kerch dollaro estorsione svalutazione la libertà Banca privata birra sollievo casse esportare Germania una famiglia ruolo tentato omicidio FMCG aggregato monetario accettazione agente sanzioni cittadinanza banca un computer portatile fideicomass debito mutuo LTE studia calcio investimento incendio doloso medicina ricreazione capo cessione Mosca emissione dito testosterone insulina ONU tradimento ricompensa sicurezza rivalutazione dogana tribunale arbitrale patto Kazakistan importare contrassegnare annullamento attività commerciale succo Platone trasferimento una borsa cane divorzio funghi

Persons

Companies


Реклама