Tariffe e Trump - 1BiTv.com

Tariffe e Trump

(Traduzione automatica))
Tariffe e Trump

La guerra verbale prima del G7


Alla vigilia dell'incontro, i leader di Francia e Canada hanno avviato una disputa con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump nel programma chiave del vertice - le tariffe commerciali.
Trump dovrebbe essere l'ultimo ad arrivare e il primo a partire, ha introdotto le tariffe per acciaio e alluminio, che hanno causato repressioni da parte dei partner commerciali.
Ma i paesi potrebbero anche affrontare problemi nel discutere la questione nucleare iraniana e il cambiamento climatico.
Il vertice del G7, che unisce Canada, Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Italia, Giappone e Germania, ha inizio venerdì 8 luglio a La Malbecue, nel Québec.
I leader dei paesi, che rappresentano oltre il 60% del capitale mondiale, si incontrano ogni anno. L'economia è al primo posto nell'agenda, anche se gli incontri sono ora sempre ramificati per coprire le principali questioni globali.
Quali discussioni si sono svolte alla vigilia del vertice?
Queste erano sostanzialmente repliche di Francia e Canada contro Donald Trump.
Nonostante il fatto che tutto fosse di buon carattere tra il presidente degli Stati Uniti e il suo omologo francese Emmanuel Macron, quest'ultimo non era timido nelle espressioni.
Su Twitter, Macron ha scritto che se Trump voleva essere isolato, altri sei paesi firmerebbero il loro accordo, se necessario, "perché questi sei paesi rappresentano valori, sono un mercato economico che ha una sua storia ed è ora una vera forza internazionale ".
Il leader del partito ospitante, Justin Trudeau, si è anche indirizzato bonariamente a Trump, ma recentemente è stato molto più aggressivo, soprattutto con il ritardo dei negoziati sull'accordo di libero scambio nordamericano (Nafta).
Ha detto che Trump fa riferimento alla sicurezza nazionale per difendere le sue tariffe su acciaio e alluminio.
Trumpeau non ha mai ritirato i tweet evocativi, accusando Trudeau di essere "indignato", e l'Unione Europea e il Canada hanno da anni stabilito "massicce tariffe commerciali e barriere commerciali non monetarie contro gli Stati Uniti".
"Rimuovi le tue tariffe e le barriere o ti abbineremo ancora di più", ha scritto.

Il primo ministro britannico Therese May sembra aver adottato un approccio più conciliante, dicendo che vuole che l'UE agisca con moderazione e in proporzione alle tariffe statunitensi.

Cos'altro possiamo aspettarci in Quebec?
Trump, a quanto pare, sarà l'ultimo ad arrivare. La Casa Bianca ha detto che volerebbe presto, sabato mattina, per andare a Singapore per il suo vertice storico con il leader nordcoreano Kim Jong-hsing. Quindi, non parteciperà a tutto il Summit per discutere tutti gli argomenti proposti da Trudeau.

I temi principali del vertice di quest'anno sono: - Crescita economica inclusiva - Parità di genere e emancipazione femminile - Pace e sicurezza in tutto il mondo - Lavoro futuro - Cambiamenti climatici e oceani
Secondo il programma dei leader, Trump sarà presente durante la discussione sulle questioni economiche e di sicurezza discusse venerdì, ma salterà l'uguaglianza di genere e il cambiamento climatico di sabato.
Il presidente degli Stati Uniti ha reagito in modo molto strano quando ha discusso il tema del cambiamento climatico durante il G7 in Italia lo scorso anno, in seguito annunciando la sua intenzione di ritirarsi dallo storico accordo di Parigi.
Proprio di recente, Trump ha rifiutato l'accordo del 2015 con Teheran, volto a limitare il suo programma nucleare. Ciò ha irritato altri firmatari, che da allora si sono sforzati di rafforzarlo.
G7 - senza proteste non costerà
Di solito non lo fa. Circa 400 manifestanti hanno tenuto una manifestazione di protesta giovedì sera a Quebec, bruciando bandiere degli Stati Uniti e di altri paesi del G7.
I manifestanti si concentrano sulla globalizzazione, il libero commercio integrato del mondo, che, secondo i sostenitori, ha portato più posti di lavoro, salari più alti e prezzi più bassi, ma, secondo gli oppositori, hanno danneggiato le comunità e preferito in modo schiacciante i ricchi.
Si prevede che durante l'evento in Quebec ci saranno circa 8.000 soldati e poliziotti.
Quali sono le tariffe americane e quale è stata la reazione?
Trump ha annunciato piani per le tariffe estere in acciaio e alluminio a marzo, giustificandoli con considerazioni di sicurezza nazionale.
Il 31 maggio, gli Stati Uniti hanno imposto una tassa del 25% sull'acciaio e una tassa del 10% sull'alluminio da UE, Messico e Canada.
Trump ha sostenuto che l'eccesso di offerta globale di acciaio e alluminio minacciava i produttori statunitensi, che sono vitali per l'economia statunitense, anche se la sua mossa si è rivelata controversa anche negli Stati Uniti.
I paesi colpiti sono indignati. L'UE ha definito questo passo "protezionismo, pulizia e semplicità".
Sono state adottate diverse risposte. Il Canada è destinato all'acciaio, allo yogurt e al whisky; Bourbon EU, mirtillo rosso, jeans e motociclette; Maiale messicano, acciaio, mele, uva, mirtilli e formaggio.

08.06.2018 10:24:32





14.08.2018 09:59:33

Boxberry continua ad espandere la rete di punti di consegna in Russia

6 agosto, la società ha aperto una filiale da duemila anni a Krasnoyarsk
13.08.2018 18:52:59
10.08.2018 16:47:16

In treno con AsstrA

AsstrA continua lo sviluppo attivo nel segmento del trasporto ferroviario
07.08.2018 02:52:10

Servizio clienti nel negozio: come mantenere i clienti

La conferenza "SALES - 2018" si terrà il 22-23-24 agosto 2018 a Mosca
06.08.2018 13:53:03



advertisement